Stella stellina

È tempo di stelle. E di desideri. In queste sere. È tempo di spegnere le luci, sdraiarsi all’aperto, col naso in su e aspettare una scia alla quale aggrappare ciò che vorremmo. Ciò che vorremmo si avverasse. L’ho fatto anche io. Ieri. Sono stata modesta, un desiderio solo, ma ripetuto. Perché con me, sta volta, hanno deciso di essere magnanime. Si sono fatte scorgere. Più di una. Forse hanno intuito che ne “ho di bisogno”. Uno semplice, diretto, così che non si possa fraintendere, così da ricordarlo anche nei mesi futuri, che non si sa mai. In realtà ne avrei a palate di desideri. Alcuni razionali e ragionati, molti caotici e sconclusionati. Qualcuno è politicamente scorretto, la maggior parte sono leggeri. Ce ne sono poi un paio di veramente profondi laggiù seminascosti, mentre si contano sulle dita di una mano quelli inconfessabili che mai si vergognano però di palesarsi! Ne ho scelto uno che è un po’ tutto, che riassume quest’anno bislacco, altalenante. Un desiderio che sta lì, sospeso da un po’, una finestra sul futuro… Anche se sotto sotto credo mi ci vorrebbe più un manuale di istruzioni che una stella. Mi ci vorrebbero pagine e pagine da consultare per riuscire, finalmente, ad azzeccarne una, nella vita. Mi ci vorrebbe la risposta adatta per ogni occasione. Preconfezionata, pronta all’uso, centrata. Per non farmi scervellare ogni volta, per darmi un po’ di respiro, una piccola tregua. Perché su questo difetto leggermente… Perché magari basando l’azione su algoritmi, potrebbe essere leggermente meglio, il risultato… Ma chi lo sa? Chi lo sa se sarebbe meglio. Probabilmente no, non per me. Non ci troverei nessun gusto, scadrebbe tutto nel noioso. La perfezione non mi sta bene, il caos mi veste meglio. Così non mi resta che aspettare e guardare ogni tanto su il cielo, in attesa di una missiva. Sia mai, che quest’anno davvero, le stelle si ricordino di me. 

FacebooktwitterpinterestlinkedinFacebooktwitterpinterestlinkedin

Lascia un commento